Le abitazioni


external image domus_italica_planimetria.jpg

Le famiglie ricche abitano in una villa. Nell'atrio, all'ingresso, una piccola vasca quadrata al centro del pavimento raccoglie l'acqua piovana. Sul soffitto proprio sopra la vasca un'apertura quadrata consente infatti alla pioggia di entrare, e al fumo dei bracieri di uscire. Intorno all'atrio si aprono le porte delle camere da letto, e in fondo la sala da pranzo e il soggiorno. Oltre questi ambienti si trova un giardino circondato da un portico lungo il quale si allineano le porte di altre stanze. Le finestre sono poche e piccole: luce e aria entrano principalmente dal giardino interno. Sono presenti anche la cucina e i bagni.
Le famiglie meno agiate abitano in appartamenti all'interno di palazzi a più piani. Le insulae sono condamini sovraffollati, privi di luce e di comodità. Spesso manca l'acqua corrente, che bisogna andare a prendere alla fontana. Quasi sempre mancano i bagni. Questi edifici sono costruiti in gran parte in legno e possono facilmente andare distrutti in incendi
.