I GRECI


external image 48_grecia_antica.JPG

La civiltà greca affonda le proprie radici in quella minoica (l'isola di Creta) e micenea (l'attuale Grecia). Sulla penisola greca nascono e si sviluppano tanti piccoli stati che condividono la stessa lingua e la stessa cultura ma sono politicamente indipendenti: le città-stato. Grazie alla fondazione di colonie l’area di influenza greca si estende poi a tutto il Mediterraneo: dall’Asia Minore all’Italia meridionale (Magna Grecia) e fino alla Spagna. Il periodo di massimo splendore coincide con l’età classica, tra il 500 e il 400 a.C. La conquista da parte dei macedoni segna la fine dell’indipendenza politica delle città-stato. In seguito, la morte del re macedone Alessandro Magno (323 a.C.) coincide con l’inizio dell’età ellenistica. Nel 146 a.C. la Grecia viene conquistata da Roma.